Quasi tutti i Comitati hanno ormai gettato le basi per la prossima stagione agonistica, formando le squadre di sci alpino, preparando i programmi di allenamento e – in taluni casi – iniziando già l’attività.

Facciamo il punto sulle varie realtà con le informazioni al momento disponibili, facendo anche qualche considerazione di carattere generale.

Partiamo innanzitutto dalla tendenza ad “allargare” la rosa degli atleti, un po’ in controtendenza rispetto all’orientamento di qualche anno fa, quando sembrava invece che la parola d’ordine fosse ridurre il numero degli atleti dei team regionali, per creare gruppi più ristretti.

Alcuni Comitati hanno numeri “importanti” per la prossima stagione: le Alpi Centrali contano ad esempio su 17 femmine e 20 maschi, il Veneto (considerando anche “aggregati” ed “osservati”) ha 13 femmine e 19 maschi.

Altra costante abbastanza generalizzata: l’età sempre più giovane degli atleti. Restando in Veneto troviamo nei team addirittura ragazzi della categoria Allievi. Se da un lato è vero che arrivati al quarto-quinto anno della categoria Giovani tanti smettono di gareggiare (femmine soprattutto), per dedicarsi al corso Maestri o semplicemente per mancanza di motivazioni, è anche vero che la politica generale della FISI porta semplicemente ad ignorare o quasi gli atleti più “anziani” – parliamo comunque di ventenni…- a favore della categoria Aspiranti. Considerazioni queste che meriterebbero un maggiore approfondimento.

Un altro dato che emerge è un certo ricambio avvenuto quest’anno per quanto riguarda gli allenatori, dovuto in certi casi al fatto che alcuni coach di Comitato sono passati alle squadre nazionali.

Cominciamo dunque la nostra panoramica, partendo da Ovest.

Comitato Alpi Occidentali

Il Piemonte è uno dei Comitati che ha dovuto giocoforza rinnovare completamente lo staff tecnico, dato che sia Fabrizio Martin (ora allenatore del Gruppo Slalom femminile di Coppa Europa) che Matteo Ponato (Coordinatore del settore giovanile) sono passati alle squadre nazionali. Il nuovo allenatore della squadra femminile del Comitato AOC è Alberto Platinetti, mentre Marco Gullino, cuneese trentenne, sinora allenatore del settore Children dello Sci Club Ski College Limone e preparatore atletico presso lo Sport Village di Cuneo, seguirà il team maschile.

Nella foto in alto: Sara Allemand, Campionessa Italiana Aspiranti di Gigante e “Osservata” FISI. Qui sopra, Serena Viviani.

I numeri degli atleti presi in considerazione è abbastanza rilevante: 16 maschi e 10 femmine. Non c’è più Anita Gulli (14.15 punti FIS in Slalom, al 76° posto al mondo nelle liste FIS), passata in nazionale con il Gruppo Giovani delle slalomiste, in compenso rientra in Comitato Alessia Timon dopo due anni in Azzurro. Sette atleti delle Alpi Occidentali sono anche inseriti nel Gruppo degli “Osservati” FISI.

Per le altre informazioni sulle squadre del Comitato AOC, leggi:

 

Comitato Asiva (Valle d’Aosta)

Anche il Comitato valdostano aumenta i numeri: alla squadra maschile di sette atleti, si aggiunge un nuovo gruppo “Under 18” di sei elementi. Rientrano dopo un anno in Azzurro Michael Tedde e Federico Vietti. Nove le femmine, con tre atlete classe 2001 entrate in Comitato direttamente dalla categorie Allievi.

Maschi: Michael Tedde, Federico Vietti, Benjamin Alliod, Nicolò Mazzocco, Nicholas Pellissier, Federico Simoni, Giovanni Zazzaro.

Nella foto: Giovanni Zazzaro, nella scorsa stagione primo della classifica generale del Gran Premio Italia Giovani.

Femmine: Carlotta Da Canal, Giulia Albano, Chiara Pirovano, Nadine Brunet, Sofia Brustia, Martina Carrel Carlotta Welf, Carole Agnelli e Elisa Pilar Lucchini.

Carlotta Da Canal, Elisa Pilar Lucchini, Giovanni Zazzaro e Michel Tedde fanno parte degli “Osservati” FISI.

Gli allenatori sono Massimiliano Iezza, Thierry Marguerettaz e Franco Cadin, con Claudio Bastrentaz preparatore atletico.

Per le altre informazioni sulle squadre del Comitato Asiva, leggi:

 

CONTINUA….

Commenta su Facebook

Commenti

CONDIVIDI
Articolo precedenteA Les 2 Alpes il Centro Test Nordica e Blizzard
Articolo successivoA Tolmezzo la Festa Sociale del Cimenti Sci Carnia
Stefano Minotto
Grande appassionato di sport (maestro di sci, istruttore di mountain bike e in precedenza istruttore F.I.V., allenatore di basket....) ha creato e portato avanti Racingski fin dal 2007. Segue con continuità il settore agonistico giovanile dello sci alpino, di cui è un ottimo conoscitore.

LASCIA UN COMMENTO