Oltre 600 persone presenti, oltre 200 atleti premiati, tantissimi Azzurri della nazionale presenti e tanta voglia di partecipare.

E’ in estrema sintesi quanto successo sabato 5 novembre nella splendida cornice del Centro Congressi di Darfo Boario Terme che per il terzo anno consecutivo ha ospitato il Gran Galà del Comitato FISI Alpi Centrali: atto ufficiale che dà il via alla nuova stagione agonistica.

Un evento unico nel suo genere che ha premiato gli atleti, di ogni disciplina, che si sono maggiormente distinti a livello internazionale, nazionale e regionale e ancora con la presentazione delle formazioni 2016-2017 del Comitato FISI Alpi Centrali.


OFFERTE PRODOTTI BRIKO MAPLUS

In esclusiva per i lettori si www.racingski.it con sconti a partire dal 20%

Acquista direttamente dalla pagina del nostro Shop o vai sul sito www.racingskishop.it per la gamma completa dei prodotti

 

“Quest’anno è stato un Gran Galà speciale perché per abbiamo avuto dal mondo delle Alpi Centrali una grande partecipazione, al di fuori di ogni più rosea aspettativa” sottolinea Franco Zecchini presidente del Comitato FISI Alpi Centrali che prosegue: “devo personalmente ringraziare tutti coloro che hanno voluto prendere parte a questa nostra manifestazione, alle autorità che erano presenti e soprattutto a tutti i nostri collaboratori che anche quest’anno si sono messi a disposizione del Comitato FISI Alpi Centrali per rendere concreto questo evento.”

Tantissime le autorità presenti: dall’Assessore allo sport della Regione Lombardia Antonio Rossi che ha sottolineato come lo sport invernale sia importante “per consentire alle stazioni sciistiche della Lombardia di proseguire con le attività – ha dichiarato – sia per implementare il turismo di montagna diventato sempre più una risorsa fondamentale nell’economia lombarda.” Sulla stessa linea anche la consigliera regionale Lara Magoni che non ha fatto mancare la sua presenza ed il suo affetto, Lei che per tanti anni ha militato fra le fila del comitato regionale prime di spiccare il volo verso la nazionale. “Siamo stati felici di poter ospitare per la terza volta il galà del Comitato FISI Alpi Centrali – hanno dichiarato il primo cittadino di Darfo Boario Ezio Mondini ed il presidente della Comunità Montana Valle Camonica Olivero Valzelli – perché si tratta di una vetrina importante per il nostro territorio, che è impegnata nella rinascita turistica del territorio e che crede nello sport di montagna come un mezzo fondamentale.”

Tanti bambini che con i loro genitori hanno voluto partecipare a questo appuntamento entrato di diritto nel DNA del Comitato FISI Alpi Centrali. Non sono mancati i ringraziamenti agli sponsor de Comitato Alpi Centrali ed a tutti i soggetti che hanno contribuito a sostenere i progetti del comitato regionale. E proprio agli atleti, tutti, si sono rivolti le autorità sportive intervenute al Gran Galà. “Sono onorato di essere presente a questa manifestazione – ha commentato il numero uno del CONI regionale lombardo Oreste Perri – perché grazie a questo evento si respira il vero sport: quello fatto di sacrificio e passione. Di risultati e sconfitte. Quei valori che sono propri di ogni disciplina sportiva e che in questa sala si toccano e si respirano.”

Assente giustificato, in quanto impegnato con un incontro con la Federazione Internazionale dello, il presidente della FISI Flavio Roda. Delegati per conto della federazione i consiglieri Marco Mapelli e Carmelo Ghilaridi che hanno espresso la loro gratitudine “per il lavoro preciso ed encomiabile svolto dal comitato regionale.”

Insomma un evento che ha riunito per un solo giorno tutte le anime del comitato regionale lombardo degli sport invernali. Ora lo sguardo passa, ovviamente, agli attori principali: atleti e tecnici che a breve inizieranno la loro lunga stagione e che sarà sicuramente ricca di successi grazie alla carica di entusiasmo raccolta nel corso della festa 2016.

Tutti i premiati di questa edizione del Gran Galà 2016 del Comitato FISI Alpi Centrali sono consultabili sul sito: www.fisialpicentrali.it

 

Commenta su Facebook

Commenti

LASCIA UN COMMENTO