È stata presentata sabato 15 ottobre a Falcade (Belluno) la stagione 2016-2017 della struttura che da venticinque anni costituisce un modello per coloro che intendono coniugare al meglio lo studio e la pratica dello sci.

Lo Ski College Veneto di Falcade (www.skicollegeveneto.it) si presenta rinnovato: una cooperativa con un cda alla cui guida c’è Michele Costa, sindaco del paese agordino, a testimonianza del legame e della sinergia con il territorio. Fondamentale all’interno del cda è il ruolo dei genitori che si sono messi in gioco in prima persona per lavorare in prospettiva.

Accanto al presidente Costa, i consiglieri sono Roberto Canzio, Giuseppe Gilli, Fabrizio Incondi, Ivan Petri, Denis Soccol, Wilma Valt e Monica Zorzini. A breve, manca solo il passaggio formale in assemblea, nel consiglio di amministrazione farà il suo ingresso anche una rappresentante dell’amministrazione provinciale di Belluno, Silvia Tormen, sindaco di Taibon Agordino. 

Sono sessantacinque i ragazzi che frequentano lo Ski College di Falcade, alcuni di eccellenza assoluta a livello nazionale e internazionale. In linea, del resto, con una tradizione importante: studenti dello Ski College sono stati, ad esempio, Pietro Piller Cottrer, campione olimpionico e mondiale nello sci di fondo, e Magda Genuin, altra protagonista mondiale degli sci stretti.

I risultati importanti in campo agonistico sono anche quelli degli anni recenti: la scorsa stagione, ad esempio, gli atleti dello Ski College nello sci alpino hanno conquistato medaglie alle Olimpiadi giovanili di Lillehammer (Pietro Canzio argento in superG e bronzo in combinata), podi tricolori (Alessio Bonardi campione italiano in superG  e bronzo in discesa ai Campionati italiani Aspiranti; Giacomo Dalmasso campione italiano Allievi nello skicross) e successi a ripetizione nella Coppa Veneto (successo nella graduatoria per società, primo e secondo posto in quella Giovani maschile con Matteo Pradal e Marco Incondi, primo e secondo posto in quella Aspiranti maschile con lo stesso Pradal e con Alessio Bonardi, diversi altri piazzamenti nella top ten). 

Sul fronte scolastico, diversi sono gli indirizzi di studio: istituto tecnico turistico-economico, istituto enogastronomico, liceo scientifico, liceo scientifico sportivo, istituto tecnico chimico e minerario.

La parola al neo presidente Michele Costa – «Lo Ski College che abbiamo presentato oggi è una struttura che è cambiata, che si propone un rinnovamento partendo da quanto di buono è stato fatto in passato» spiega Michele Costa. «Un rinnovamento non solo nella guida ma, soprattutto, nelle attività che vuole svolgere. Vogliamo una maggiore e migliore collaborazione con tutte le realtà coinvolte: il mondo amministrativo, sportivo, scolastico e lavorativo. Sport, scuola e lavoro devono essere le direttrici del nostro impegno per dare il meglio ai ragazzi in ambito agonistico e scolastico e per dare loro possibilità concrete di sbocco lavorativo».

Nella foto: gli atleti dello ski College Veneto sul palco.

Commenta su Facebook

Commenti

LASCIA UN COMMENTO