Consegna degli attestati e atmosfera di festa a palazzo Grandi Stazioni, a Venezia, per i nuovi maestri di sci “laureati” in Veneto istruttori professionali.

A premiare i 96 nuovi abilitati (di cui 56 dello sci alpino, 21 dello snowboard e 19 dello sci di fondo) sono stati l’assessore alla scuola e formazione Elena Donazzan, il presidente del Collegio Nazionale Maestri di sci Luciano Magnani, il nuovo presidente del Collegio regionale Luigi Borgo, l’ex presidente Roberto Pierobon e Giuseppe Piller Cottrer, responsabile formazione regionale.

Nel video: il saluto del Presidente del Collegio Maestri del Veneto, Luigi Borgo, ai nuovi Maestri in occasione della cerimonia di consegna dei diplomi a Venezia lo scorso 27 novembre.

I corsi hanno impegnato i partecipanti in 90 giornate di formazione teorica, pratica e didattica, alternando aula e prove negli impianti sciistici di tutto il territorio, compresi i ghiacciai italiani e austriaci.

«La Regione del Veneto ha voluto consegnare i diplomi di abilitazione con una cerimonia solenne», ha sottolineato Donazzan, «per accendere i riflettori su una professione vitale per l’economia turistica, lo sviluppo e la vita stessa delle nostre montagne. Il Veneto, con Cortina, ospiterà presto i Mondiali di sci e speriamo pure le Olimpiadi. Il vostro sarà un ruolo chiave, di professionisti del turismo e di ambasciatori del territorio».

Donazzan ha poi ricordato l’impegno della Regione nel sostenere con i fondi Fse le competenze linguistiche dei nuovi istruttori e la collaborazione con il Collegio Regionale dei Maestri di sci per le Giornate dello sport, proposta didattica ormai entrata a pieno titolo nel calendario scolastico del Veneto. «Grazie alla disponibilità degli istruttori di sport invernali», ha concluso, «anche nel 2019 sarà possibile portare migliaia di ragazzi a vivere il fondo, lo sci alpino o lo snowboard e a sperimentare il grande valore educativo della montagna».

Commenta su Facebook

Commenti

LASCIA UN COMMENTO