Avevamo già accennato a importanti variazioni per quanto concerne le penalità minime delle gare FIS in vista della prossima stagione, dopo le deliberazioni del Congresso FIS che si è svolto recentemente in Grecia.

Ora la FIS ha reso noto nel dettaglio la nuova regolamentazione in materia.

Le gare di Coppa del Mondo, Olimpiadi, Campionati del Mondo, rimangono con penalità fissa a 0 punti. Le gare dei Circuiti Continentali (Coppa Europa, South America Cup, ecc.), Universiadi, Campionati del Mondo Junior avranno penalità minima 15, mentre i Campionati Nazionali saranno penalizzati non meno di 20 punti.

Infine, le gare FIS, FIS NJR, FIS Cittadini, Universitari, avranno penalizzazione minima a 23 punti. Le competizioni Entry League saranno penalizzate a un minimo di 64 punti.

Come detto, l’obiettivo della nuova regolamentazione è evidentemente quello di stabilire un maggior divario fra la Coppa del Mondo e le altre competizioni. Non era infatti infrequente il caso di atleti che alla fine di una stagione anche positiva in World Cup, si trovavano con un punteggio FIS nettamente superiore ad altri che invece avevano frequentato solo i circuiti inferiori.

Addio anche alle gare “di beneficenza”, ossia quelle competizioni che alcune Federazioni erano solite organizzare a fine stagione facendo partecipare atleti di primo piano allo scopo di migliorare i punteggi FIS dei giovani o dei componenti dei team di Coppa Europa.

Commenta su Facebook

Commenti

CONDIVIDI
Articolo precedenteComitato Veneto FISI, rivoluzionato lo staff tecnico
Articolo successivoSabato 23 giugno il Comitato FISI Trentino alle urne
Stefano Minotto
Grande appassionato di sport (maestro di sci, istruttore di mountain bike e in precedenza istruttore F.I.V., allenatore di basket....) ha creato e portato avanti Racingski fin dal 2007. Segue con continuità il settore agonistico giovanile dello sci alpino, di cui è un ottimo conoscitore.

LASCIA UN COMMENTO