La pista Olympia delle Tofane è in gran spolvero, pronta ad accogliere il Circo Rosa, che, il 28 e 29 gennaio, si ritroverà a Cortina per la Discesa e il SuperG di Coppa del Mondo femminile.

Tornerà Lindsey Vonn, beniamina del pubblico dell’Olympia, che ha visto la campionessa americana salire per 18 volte sul podio, con 11 vittorie. La prima volta fu il 18 gennaio 2004, quando Lindsey fu terza in Discesa. Di lì, una scalata impressionante, culminata nelle 5 vittorie in Discesa e nelle 6 in SuperG. Lo scorso anno la Vonn realizzò il back-to-back, imponendosi in entrambe le gare nel giro di due giorni.

Cotina-Tofane

Nelle foto: La pista Olympia delle Tofane.

E ora, superato il brutto infortunio all’omero, si ripresenta al cancelletto di Cortina volendo ripetere il successo appena ritrovato nella discesa di Garmisch-Partenkirchen. Con tutta probabilità, parteciperà alle prove anche Julia Mancuso, la campionessa olimpica del 2006, alla ricerca di una buona condizione di forma. L’obiettivo della Mancuso sembra comunque essere l’Olimpiade di Pyeong Chang 2018. Ancora mistero sulla presenza, per il SuperG, di Mikaela Shiffrin, l’astro delle discipline tecniche, quest’anno alle prese anche con la velocità.

Ci saranno poi le Azzurre di Alberto Ghezze, capitanate da Sofia Goggia (7 podi per la bergamasca in questa stagione) che scenderà in pista con l’intenzione “di vincere la Discesa di Cortina”, come ha dichiarato alla Gazzetta dello Sport. Con lei ci saranno le compagne di squadra: Federica Brignone, Elena Curtoni (terza nel SuperG di Val d’Isére, quest’anno), Elena Fanchini, Johanna Schnarf, Francesca Marsaglia, Marta Bassino, Nicol Delago, Verena Stuffer e Anna Hofer.

“Troveranno la partenza molto più larga – spiega Alberto Ghezze, nel doppio ruolo di tecnico responsabile della Nazionale femminile di velocità e di responsabile dell’area sportiva per la Fondazione Cortina 2021 -, tanto nella Discesa quanto nel SuperG. Il tracciato invece non aveva bisogno di modifiche: è uno dei più competitivi al mondo per le ragazze, che dovranno affrontarlo con il giusto rispetto”.

“Le Azzurre sono tutte in grado di fare risultati importanti a Cortina – prosegue Ghezze – soprattutto se le condizioni della neve saranno impegnative. Le favorite? Vedo la Vonn piuttosto avanti in classifica e se la giocherà con le top: Lara Gut, Laurenne Ross, Ilka Stuhec e Tina Weirather. Noi ci siamo e faremo del nostro meglio”.

Il lavoro fatto in pista dal team guidato dal nuovo direttore di gara, Francesco Ghedina, e dal nuovo direttore di pista, Denis Costantini, è stato ottimale, anche grazie alla supervisione di Adolfo Menardi e Fernando Nucciotti. Nessun problema di innevamento, sicurezza in pista garantita al massimo livello.

Cresce anche l’offerta di servizi sia per le squadre che per il pubblico: dalla nuova Team Hospitality di 90 metri quadrati al Duca d’Aosta, alla spettacolare Vip Lounge, con terrazza esterna e visuale a 180° della zona d’arrivo. Gli ospiti della Vip Lounge potranno godere della vista sulla pista, sul traguardo e sulla conca di Cortina: uno spettacolo mozzafiato.

Gli ingredienti ci sono tutti per assistere ad un emozionante spettacolo sportivo, di scena sullo storico palcoscenico dell’Olympia delle Tofane, la pista che vanta il maggior numero di gare di Coppa del mondo in Italia: 94 tra uomini e donne.

Profilo-Cortina

Il profilo altimetrico della pista.

Commenta su Facebook

Commenti

LASCIA UN COMMENTO