Un’anomala ondata di caldo nel Nord America sta mettendo a serio rischio le gare di fine novembre e inizio dicembre a Lake Louise e a Beaver Creek.

La situazione è difficile in Canada, dove si dovrebbe scendere in pista i prossimi 26 e 27 novembre nelle prime due gare veloci della stagione maschile.

Sulla “Men’s Olympic” di neve ce n’è poca e le alte temperature del giorno permettono il funzionamento dell’impianto di innevamento artificiale solo a tarda notte.

La Federazione internazionale ha posticipato di un’altra giornata il controllo neve, che si effettuerà domani, ma le speranze che arrivi il freddo intenso sono poche. Il meteo prevede temperature in discesa già da qualche giorno, e gli organizzatori si stanno impegnando per salvare le competizioni, ma nei fatti la situazione sulla pista canadese continua ad essere complicata.

Anche peggio va in Colorado, dove dovrebbero essere ospitate un’altra Discesa, un SuperG e un Gigante maschili, nel week-end successivo: le temperature superano i 10 gradi durante il giorno.

Nessun problema invece per le gare femminili di Killington, dove l’innevamento artificiale è stato quasi portato a termine.

Nelle prossime ore dovranno arrivare le decisioni ufficiali della Fis.

Nella foto: Zero neve a Beaver Creek.

 

Commenta su Facebook

Commenti

LASCIA UN COMMENTO